Un asilo nido in miniatura

Micronido, asilo in miniatura

I micronidi sono degli asili nido di dimensioni ridotte e dalla maggiore flessibilità. Accolgono al massimo 10 bambini e hanno obblighi più limitati circa le strutture e i locali. Le attività che si svolgono nel micronido sono le stesse di una struttura tradizionale.

Questo servizio è un'attività educativa ad integrazione e sostegno della famiglia, accompagnando la crescita del bambino e assistendolo nello sviluppo corretto delle sue capacità.

Da dove ha origine il micronido

I micronidi sono nati per sviluppare l'imprenditoria in questo settore e, se gestiti da persone competenti, rappresentano un buon modo per moltiplicare l'offerta, in modo particolare dove i servizi comunali sono carenti e quelli dei nidi di dimensioni tradizionali privati troppo cari. Bastano un locale anche di soli 100 mq e un accordo con un catering specializzato per iniziare un'attività piuttosto redditizia. Un micronido ottimizzando le sue risorse può offrire rette molto competitive.

Il numero è l'aspetto più discriminante. Essendo in numero minore, i bambini del micronido sono in teoria più curati, seguiti e controllati rispetto a quelli dell'asilo nido normale: una classe è generalmente composta da una decina di individui, un numero che permette loro di socializzare in armonia, di organizzare lavoretti di gruppo e di conoscersi bene. Tuttavia i bambini del micronido non sono suddivisi in diverse classi di età. Dal punto di vista didattico ciò potrebbe essere controproducente e penalizzare l'andamento educativo e i programmi da svolgere.

Le caratteristiche del micronido

Per garantire forme organizzative flessibili per i micronidi in relazione alla loro particolare struttura, la legge definisce i seguenti standard minimi organizzativi (articolo 70, comma 5 della legge 28 dicembre 2001, n. 448), che riassumiamo così nei punti più importanti:
- il micronido segue la normativa regionale e gli appositi regolamenti comunali;
- l'età dei bambini accolti è compresa tra i tre mesi e i tre anni;
- le figure educative devono possedere i titoli di studio previsti dalla normativa vigente per gli educatori degli asili nido;
- giorni e orari di apertura dei micronidi vengono concordati tra l'ente gestore ed i genitori, secondo una flessibilità organizzativa che rispetti le esigenze del bambino;
- il rapporto numerico tra le figure educative e bambini deve essere quello previsto dalla normativa vigente;
- la superficie utile per ogni bambino non può essere inferiore a quella prevista dalla legge.

Le figure professionali del micronido

Il personale del micronido deve essere costituito necessariamente da queste figure:
- un coordinatore (con laurea in scienze dell’educazione/formazione, o psicologiche, o sociologiche o di servizio sociale; oppure operatore socio educativo con esperienza almeno quinquennale);
- un operatore socio educativo (con diploma di maturità magistrale o di liceo socio-psicopedagogico o di dirigente di comunità o di tecnico dei servizi sociali e assistente di comunità infantile o di abilitazione all’insegnamento nelle scuole di grado preparatorio; oppure operatore servizi sociali e assistente per l’infanzia o vigilatrice d’infanzia, puericultrice);
- un addetto alla pulizia ed eventuale aiuto in cucina;
- un cuoco, ovvero una persona adeguatamente formata, qualora i pasti vengano confezionati direttamente;






Documentazione:

Ecco alcune immagini di micronidi

Micronido per bambini
Micronido per giocare insieme
Micronido in giardino

Approfondimenti

Cerchi altre informazioni sui micronidi? Visita questi siti:

- I micronidi per resistere alla crisi
- Il micronido Qui Quo Qua del Dipartimento per le Pari Opportunità
- Il sito del Ministero dell'Istruzione

 


Contatti: Questo sito fa parte del Network di Promobit Web Strategies. Per informazioni visita la pagina dedicata.